venerdì 20 ottobre 2017

Io muoio

Sparo nella notte
ansima sangue
crolla vertigine di orrore
no io non morirò
guardando il cielo,
le luci dei lampioni
mi schiaffeggiano,
mi costringono 
alla lucidità:
''devo vivere''
''chiama la polizia''
chiama anche Dio 
se preferisci
tanto in questa merda 
non verrà.
Albe di pneumatici bruciati
rosseggiano ad oriente
pacificanti i turboreattori
ruggiscono l'om cosmico di metallo
mentre lo ascolti
ti accasci e sudi
anche se è gelo
e piangi lacrime ghiacciate
cristalli del male.
I grattacieli
penetrano la figa umida del cielo
e godono mentre la città va in black out
sotto la pioggia
io muoio.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.