mercoledì 3 maggio 2017

Notte

Le pietre aspettano pazientemente la sera
le fronde si stagliano contro il cielo scuro
alle ombre pudiche del meriggio
subentra il nero mantello della notte
assaporare il profumo dell'erba fresca di notte
assaporare il gorgoglio dei rivi invisibili
come un vecchio cognac d'annata
e rubare un pò di stelle del cielo nero
perchè il ricordo dei tuoi occhi
continui a brillare per sempre.

1 commento:

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.