domenica 16 aprile 2017

La notte

Il vento fra i ranuncoli apre varchi nello spazio
una scala di cristallo che porta verso il cielo
fra le nuvole dipinte dal vento
io salgo le scale del cielo
ma è un illusione
cado e mi faccio male
mi risveglio al tramonto,
ora le nuvole hanno un altro colore 
sono ramate per spegnersi
allo sprofondare del sole dietro le montagne
mi soffermo a guardarle mentre
 il vento le apre come mani
l'orizzonte diventa rosa
e le montagne si stagliano di netto
le stelle amiche fanno capolino 
nel blu scuro
le prendo una a una per mano
l'infinito è nelle mie mani
la sera la mia testa si apre
c'è spazio per tutto il cielo
l'infinito a portata di mano
ora sono in pace
le illusioni sono finite
la notte regna
mentre alberi
vengono scossi dal vento
tremo anch'io
la volta celeste è uno spettacolo
troppo grande
per noi poveri mortali
ma come potrei farne senza?
Notte sei la mia sposa
e la mia sovrana
il giorno è traditore.

1 commento:

  1. "Notte sei la mia sposa
    e la mia sovrana
    il giorno è traditore."

    APPLAUSI

    RispondiElimina