mercoledì 4 gennaio 2017

Mia dolce signora nera,regina della notte

Mia dolce signora nera
i tuoi capelli scuri
sono cascate sciolte
nel cuore dell'Africa
fra le foreste d'ebano della nubia
i tuoi capelli sciolti
si confondono con la bellezza
delle fronde dei rami in chiaroscuro
di  una sera d'estate africana
quando sciolti i tuoi vestiti
la luna bianca impudica
rende la tua pelle tersa
lavata di latte notturno.
Come nera ostrica
si apre il tuo cuore bianco
una perla scintillante
timida lo richiudi subito,
è troppo prezioso e scivoloso
le tue lacrime potrebbero farlo scivolare in mare
e giacere lì nel vuoto,
e giacere nel vuoto melmoso
al fondo dell'oceano
in cui io mi ritrovo
per averlo aperto incautamente.
Possa io riarrimpicarmi ai tuoi capelli
e ritrovare la via della luce.
Mia dolce signora nera
grazie di tutte le tue parole,
grazie di avermi rimproverato
grazie di esserti accorta di me.
Mia dolce signora nera
specchiati negli abissi
e i tuoi occhi come lame
lacereranno ogni dubbio sull'eternità della tua bellezza.
Regina nera della notte
non riesco a dormire
e voglio dedicarti un segreto:
le altre donne sfioriscono presto
perchè sono corrotte d'acido della loro bile
e del loro egoismo,
ma tu ogni giorno fai il bagno nel latte
della luna bianca
e ad ogni istante sempre più bella,o regina della notte, rimani e diventerai.

2 commenti: