lunedì 7 novembre 2016

Acqua

Distillato di luna
mare mercuriale degli alchimisti
invisibile specchio del vuoto
fluido e impalpabile
come il trascorrere del tempo
immensa senza confini e selvaggia
come il mare d'autunno,
piccola e zampillante
in fresche polle fra gli alberi assetati,
i salici innamorati
in primavera
con le loro prime fronde verdi
dolcemente ti accarezzano
nelle notti di marzo,
ruscelli placidi e silenziosi
come le mie mani
sui capelli neri lisci
del mio primo amore,
folle come il torrente limaccioso
che scende furioso
come le passioni della mia giovinezza
ed ora ristagni larga e paludosa
come la mia mezza età
mi sciolgo nella tua corrente
tu sei il tao della vita
nelle profondità dell'oceano
si trovano i segreti della vita
gli spiriti ancestrali
la forma anfibia
delle tue prime reincarnazioni
dalle quali origini,
non nel torto erano Talete
il vecchio Lao-Tzu
e gli sciamani dell'Amazzonia
sei il principio e l'origine del mondo
ma ci sarai anche
quando il fuoco del sole
definitivamente si sarà spento
sarai tutt'uno
con il vuoto e il buio del cosmo
finchè dalle tue profondità
scaturirà una scintilla di nuova luce
un'aurora che si staglierà sopra di te
e Venere  sorgerà
 di nuovo dalle tue spume.

2 commenti: