venerdì 25 novembre 2016

Luce di perla al fondo dell'oceano

I tuoi capelli neri lisci
sono come la foresta nera
di salici in una notte di primavera
che accarezzano i miei sentimenti
appena sciolti dal ghiaccio del mio lungo inverno
freddo ero come il ghiaccio
ora uno zefiro lieve
accarezza la mia pelle
e scioglie lo strato di ghiaccio
che mi aveva trasformato
in statua di cristallo
tanto preziosa quanto fragile
ora lo zefiro che soffia dalle tua bocca
scioglie il mio ghiaccio
che rifluisce nei rivi
sui cespugli di erba appena nati
le nevicate a marzo possono sempre accadere
ma il sole del tuo cuore subito le può sciogliere
i tuoi occhi sono perle bianche
che rilucono al fondo dell'oceano
di disperazione delle nostre vite
in te brilla una luce sepolta
nelle profondità dal mare di acqua
delle tue emozioni
sei la rugiada che piove
dai tuoi occhi di luna
sull'erba fresca
che nasce dalla terra nuda
resa sterile dal dolore
sei fatta d'ebano pregiato
come i tasti di un pianoforte
la cui melodia
giunge agli orecchi degli angeli
scendono per osservarti
per osservare la tua anima timida e candida
come latte di fichi
del cui profumo si inebrierà
lo stesso Dio che ti ha creato.

3 commenti:

  1. qualcosa nel tuo stile è decisamente cambiato...

    sta andando bene con la tipa?

    (:

    RispondiElimina
  2. No questo l'ho dedicato ad un amica che mi è stata particolarmente vicino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. adesso capisco perché questa è diversa...
      grazie per la spiegazione ù_ù

      Elimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.