domenica 6 novembre 2016

La civiltà del male

Sento una voce che proviene
dal fondo della mia camera
una luce illumina una piccola figura femminile
è una statua di un metro d'altezza
una madonnina illuminata da luci elettriche
mi parla e mi riempie di terrore
è tutta vestita di spine e sanguina dal freddo marmo
non divina ma demoniaca apparizione
i demoni sborrano sotto il mio letto facendolo sobbalzare
e disegnando strani simboli con il loro seme
mi alzo e guardo pieno di terrore
la strana apparizione
i suoi occhi ipnotici non sono umani
della divinità è bieca contraffazione
mi avvicino e mi inginocchio pieno di terrore
ripete insistente:chiudi le finestre
chiudi le finestre
chiudi le finestre
chiudi le finestre
chiudi le finestre
chiudi le finestre
...
io per non impazzire mi alzo e scappo
apro le finestre
pentendomi di non aver seguito il consiglio
fuori il cielo è completamente nero
nessuna stella nel cielo
tranne cinque a formare un pentacolo
da lontano guardo la città
si illumina di verde
giganti grattacieli verdi crescono a vista d'occhio
è la civiltà tecnologica del male
cresce fra nebbie e smog che rilucono verdi
mentre i gatti silenziosi
camminano su tubi luminosi
e la luna dall'alto
deformata ad ovale
spalanca i suoi occchi
e apre un la bocca in una smorfia d'angoscia
sopra di lei un copricapo di legno
circolare con tre aste,
angosciata osserva dall'alto;
un bambino impiccato penzola
dinanzi all'angosciosa visione.

3 commenti:

  1. Pazzesco ... sembra uscito dall'universo lovecraftiano .


    .

    RispondiElimina
  2. Lovecraft c'ho il libro sempre sul comodino,ma questo è uno stile leggermente diverso Il maestro Lovecraft è diverso.inarrivabile.

    RispondiElimina
  3. Io ho conservato uno special della rivista a fumetti " Metal Hurlant" dedicato al Maestro , fantastico..

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.