martedì 15 novembre 2016

Con Trump al governo il cosiddetto ''multipolarismo'' subirà lo schock definitivo

Cari commentatori quello che ascoltarete suonerà più o meno come lo stridore delle unghie sulla lavagna perchè va contro tutti gli schemi finora proposti.
Il primo e più vecchio e più stupido è quello del cosiddetto fronte dei paesi Briics che avrebbe dovuto creare un nuovo blocco emergente in grado di scalzare ''l'egemonia statunitense e del dollaro'' che peraltro questi commentatori confondono non rendendosi conto che si tratta di 2 cose distinte e separate.
La valanga Trump sommergerà tutte queste teorie.
Quello che questi signori non hanno ben in chiaro E' CHE NON ESISTE UN POTERE UNICO NE' IN OCCIDENTE,NE' NEL MONDO,ESISTONO BLOCCHI CHE SI BISTICCIANO COME IN TUTTE LE RIUNIONI DI CONDOMINIO.
Io non capisco perchè nessun dietrologo e complottista sempre pronti a cercare complotti anche quando i terremoti colpiscono il culo dei pinguini in antartide o in nuova zelanda (cui prodest?alle orche assassine che approfittano dei pinguini storditi del pacifico del sud),SI SIA FATTO 2 DOMANDE SULLE DICHIARAZIONI DEL NUMERO 1 DEI FEDERALI A POCHI GIORNI DALLE ELEZIONI,SALVO  POI SMENTIRE TUTTO E FARE FINTA DI NIENTE...
NON PROPRIAMENTE UN COMPORTAMENTO FILO-CLINTON E PROESTABLISHMENT...

QUESTO PER ME SIGNIFICA UNA COSA,C'E' QUALCUNO CHE SI E' ROTTO I COGLIONI DI COME STANNO GIRANDO LE COSE SOTTO IL TALLONE ISRAELO.GLOBALISTA-GUERRAFONDAIO-NEOCON-FINTOLIBERAL OBAMIANO.

E questo qualcuno probabilmente ha i capelli rossi ed è WASP come Trump e il suo codazzo.
Chiaro che i potenti non si pestano i piedi,la telefonata ai Clinton di Trump e la richiesta di collaborazione di Bill è chiaramente un segnale che Trump manda,il timone vira,ma non di troppo non scaldatevi tanto è una cosa che ci possiamo spartire inter nos,cambiano solo le quote.

Il problema è che con Obama-Bush le cose stavano andando male,una politica troppo inutilmente aggressiva verso stati del supposto hearthland in un mondo in cui il cuore del mondo è il mare e infatti il baltic dry index l'indice del valore dei noli sta colando a picco.
Cioè il commercio mondiale su cui si basa il potere americanoe del dollaro reale da 10 anni a questa parte sta crollando a picco,mentre ci si batte per un buco di culo di polvere che disgraziatamente da quando quell'infelice di Mackinder ha formulato la teoria dell'Heartland è al centro di svariati conflitti mondiali pur essendo in un mondo capitalista come il nostro dove i commerci avvengono via mare,al di fuori di ogni logica sensata di tentativo di disputa del potere mondiale.
Accade che così che 200000 morti debbano venire ammazzati bruciati torturati e impiccati per una zona del tutto marginale del mondo.
Trump l'ha capito,ha capito che gli inglesi e Mackinder di geopolitica capivano poco infatti hanno perso il controllo del mondo e da buon praticone americano sta facendo capire che a lui del mediooriente non gliene sbatte un cazzo,mentre è fondamentale perchè l'America torni a essere potente,non come negli ultimi 10 anni in cui ha perso solo marchette,che ritorni forte il commercio mondiale con al centro gli Stati Uniti ovviamente,quindi scordatevi per il momento del multipolarismo.
Il ''cosidetto'' multipolarismo prevedeva come condizione degli Stati Uniti stupidamente aggressivi in politica estera quando la politica estera inclusa guerre,colpi di stato,scelte di partner affidabili è sempre stato il loro punto debole,riuscendo nell'intento di unire gente che assieme non aveva e non avrà mai nulla a che spartire come Cina India Brasile e Russia che hanno interessi che più divergenti non possono essere.
Per contro se gli Stati Uniti la smettono di rompere il cazzo può capitare paradossalmente che queste cinque potenze trovino forza utilizzando l'hub commerciale degli Stati Uniti come rete di relazioni mondiali con buona pace di chi dava il dollaro morto.
Tutto questo per far capire che le nazioni non sono gestite secondo ''nuovi ordini mondiali'' immutabili,ma secondo piani a geometria variabile che vengono ricalibrati ogni volta che le cose non vanno nel senso sperato.
E Trump non dà solo voce all'elettorato maschio bianco sfigato incazzato,ma anche ad una parte di establishment che non ne poteva più di guerre perse da premi nobel per la pace.

2 commenti:

  1. sai come la penso, Fluoro (e allora dirai : che katzo commenti?)

    inizierò a credere che ad alti livelli ci sono fazioni che si combattono nel momento in cui questo nuovo presidente si metterà di traverso soprattutto circa la questione della babele...

    RispondiElimina
  2. fai bene a commentare specie a quest'ora ci si tiene compagnia

    RispondiElimina